martedì 3 maggio 2022

#Libri 'Le pene d'amore di Edward Gardiner' di Nicole Clarkston, prequel di 'Orgoglio e pregiudizio' incentrato su Mr Gardiner e Madeline Fairbanks

Le pene d’amore di Edward Gardiner
di Nicole Clarkston

Dati tecnici:
Titolo originale: The courtship of Edward Gardiner
Traduttrice: Lucia Paltera
Casa Editrice: Vintage Editore
Collana: Variazioni n.6
Pagine: 282
Anno: del 2016 (in Italia dal 2022)
Genere: variazione – prequel di Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Trama: Luglio 1800. Derbyshire, Inghilterra.
Edward Gardiner, vivace commerciante di Londra, è stato da poco rifiutato dalla bella e pretenziosa Mae Rutherford, che punta a sposare i soldi di Mr Ryan piuttosto che la delicatezza di sentimenti e la tenacia di Edward.
Spossato e deluso, Mr Gardiner accetta di accompagnare nel nord il cognato Mr Bennet, in viaggio per accorrere al capezzale del fratello, ammalatosi improvvisamente. Con loro anche Jane ed Elizabeth Bennet, le due figlie maggiori di Mr Bennet.
Durante il viaggio, la gracile Jane si ammala ed è costretta a fermarsi a Lambton per riprendersi. Rimangono con lei Mr Gardiner ed Elizabeth, mentre Mr Bennet prosegue verso la dimora del fratello, non prima, però, di aver trovato una valida donna del luogo che aiuti a prendersi cura della figlia.
La scelta ricade sulla pragmatica Madeline Fairbanks, l’esatto opposto di Mae Rutherford e…
Inizia così la storia di coloro che gli appassionati di Orgoglio e pregiudizio conoscono come i prediletti zii Gardiner.

venerdì 22 aprile 2022

#PeriodOldies - La figlia di nessuno (Anne of Green Gables, 1934)

*Questo articolo fu scritto originariamente per il gruppo Facebook 'We love Period Drama' nell'ottobre 2020

La figlia di nessuno è il primo film sonoro tratto da Anna dai capelli rossi (e anche qualche suo seguito) ed uscì per le festività del Ringraziamento nel 1934.
Lucy Maud Montgomery, ancora viva all’epoca (la scrittrice canadese morì nel 1942) prese le distanze dalla sceneggiatura scritta da Sam Mintz (Roberta) asserendo che non si trattava del suo libri. In effetti la storia originale viene piuttosto stravolta (la signora Rachel Lynde e la signora Barry vengono unite in un unico personaggio, Matthew non muore, Gilbert e Anna hanno una storia d’amore leggermente diversa rispetto al romanzo), ma forse, vedendo come le sue pagine siano state stravolte da Chiamatemi Anna o dalla serie dei film tv con Martin Sheen, forse ora il suo giudizio sarebbe meno netto.
Il film è diretto dall’ex montatore George Nicholls, che in tutto ha girato 14 pellicole (tra il 1934 e il 1940), di cui questa è la più famosa.

giovedì 14 aprile 2022

#PeriodOldies 39 - La più grande avventura (Drums Along the Mohawk, 1930)

La più grande avventura (Drums Along the Mohawk, 1930) è il primo film in Technicolor di John Ford. Basato sull’omonimo libro di Walter D. Edmonds (libro uscito nel 1936 ed amatissimo dagli americani, tanto da rimanere nella top ten dei best-seller per 2 anni e da essere ancora in continua ristampa), il film affida la sceneggiatura a Sonya Levien e Lamar Trotti, che rendono la storia meno complessa e la situazione storica (coloni contro fedeli agli inglesi che prezzolano anche gli indiani) quasi sottintesa.

TRAMA:
Mohawk Valley, Stati Uniti. Guerra d’indipendenza americana 1776-1780 circa
Lana Borst (Claudette Colbert) e Gilbert Martin (Henry Fonda) si sposano. Lasciano le loro agiate famiglie, ad Albany, e si avventurano nell'entroterra come una semplice coppia di pionieri, con un carro, un cavallo ed una vacca, diretti ad una piccola fattoria che Gil possiede nella Mohawk Valley. I coloni della valle, in buona parte tedeschi, hanno costruito una solida comunità, in cui Gil e Lana si inseriscono bene. Il risentimento verso gli inglesi, che li tartassano con le imposte, è forte, al punto che i coloni hanno costruito un fortino e organizzato una milizia, pronti ad entrare in guerra.
Un giorno, mentre l’intera comunità sta aiutando Gil e Lana a disboscare il proprio appezzamento, un nutrito gruppo di indiani, al soldo dell’inglese Caldwell assalta la proprietà e la mette a ferro e fuoco. Senza casa e averi, i Martin accettano di lavorare per una ricca vedova, la signora McKlennar (Edna May Oliver). Ma la situazione è pronta a precipitare velocemente ancora una volta e…

martedì 12 aprile 2022

#Libri 'Sei ragazze sotto rete' (1971) di Annamaria Ferretti, un inno (mancato) alla pallavolo

 Sei ragazze sotto rete
di Annamaria Ferretti

Dati tecnici:
Casa Editrice: Edizioni Capitol Bologna
Collana: Betty n. 37
Pagine: 154
Anno: del 1971 (la mia edizione è del 1973)
Genere: libro per giovinette

 


Trama: Anni Settanta. Firenze, Italia / Dubrovnik, Jugoslavia
La squadra femminile di pallavolo San Genesio vince un torneo nazionale e si qualifica per un campionato europeo che si svolgerà a Dubrovnik, in Jugoslavia.
A causa di due defezioni dell’ultimo momento, la squadra è composta da solo sei giocatrici, pronte a dare battaglia per vincere contro le rappresentative di Francia, Spagna e, ovviamente, di casa.
Le sei ragazze, guidate dall’allenatore Alberto e dalla preparatrice atletica Carla, vivono l’avventura come in un sogno.
E quasi un sogno diventa, in effetti, quando una signora del posto invita l’intera squadra per un party al termine del campionato.
Tra tradizione slave, maschere teatrali, promesse difficili da mantenere e uno sguardo verso il futuro, le sei giocatrici imparano a crescere, a dare se stesse per gli altri e ad assumersi le proprie responsabilità, perché, si sa, la pallavolo è una metafora di vita…

mercoledì 6 aprile 2022

#Libri 'L'erede misterioso' di Georgette Heyer nella nuova traduzione proposta da Astoria

L’erede misterioso
di Georgette Heyer

Dati tecnici:
Titolo originale: The unknown Ajax
Traduttrice: Cecilia Vallardi
Casa Editrice: Astoria
Collana: Astoria Vintage
Pagine: 358
Anno: del 1959 (in Italia dal 2007, l’edizione Astoria è del 2022)
Genere: regency

Trama: Sussex, Inghilterra. 1817.
Dopo la morte improvvisa in una tragedia in mare del primogenito e del nipote di Lord Darracott, l’erede del titolo diventa Hugo Darracott, cugino sconosciuto, figlio del secondogenito di Lord Darracott, ripudiato da Sua Signoria perché si sposò con una tessitrice.
C’è grande fermento a Darracott Place e tutta la famiglia viene invitata per l’infausto incontro. Il maggiore Hugo Darracott, rendendosi conto che la famiglia lo crede un volgare bifolco decide di stare al gioco e si presenta marcando il suo accento dello Yorkshire e comportandosi da stolto.
Ma dietro allo sguardo vacuo, Hugo impara a conoscere tutta la famiglia (compresi i cugini che lo vorrebbero morto e una vigorosa cugina fin troppo indipendente) e, con il suo piglio militare, dimostrerà di essere in grado di non solo meritare il titolo di futuro Lord, ma anche di aiutare il destino di tutti…

martedì 29 marzo 2022

#Libri 'Un principe per Rosy' (1939), romanzo di formazione di Gina Romanelli, tra teatri, numeri da circo e la musica del violino

Un principe per Rosy
aka Addio… Rosy!

di Gina Romanelli

Dati tecnici:
Casa Editrice: Fratelli Fabbri Editori
Collana: Libri Belli n. 25
Pagine: 121
Anno: del 1939 (la mia edizione è del 1957)
Genere: romanzo di formazione

Trama: Inizio Novecento. Milano, Italia.
Rosa Luciani ha solo cinque anni quando, già orfana di padre, vede la mamma morire di polmonite davanti ai suoi occhi.
Destinata a vivere di stenti, la piccola Rosy viene invece accolta dalla signora Bianca, che perduta da poco la figlia, rivede nella dolce bambina un dono del Signore per ritrovare la vita.
Ma l’esistenza di Rosy sarà ricca di disavventure e di incontri inattesi, di lutti e di dolori, di melanconia e di sogni, sempre accanto al suo amato violino con cui, fin da piccolissima, comunica le sue emozioni…

mercoledì 16 marzo 2022

#Libri Tiegelmann a Londra (1950) di Åke Holmberg, terzo avvincente capitolo della saga dello strabiliante signor Teffan, investigatore privato svedese

Tiegelmann a Londra 
Teffan Tiegelmann #03

di Åke Holmberg


Dati tecnici:
Titolo originale: Ture Sventon i London
Traduzione: Irma Back Affieri
Casa Editrice: Fratelli Fabbri Editore
Collana: Nuovi Successi Mondiali n. 13 (nella raccolta Lo strabiliante Signor Teffan)
Pagine: 60
Anno: 1950 (in Italia dal 1955)
Genere: libro giallo per ragazzi

Trama: Stoccolma, Svezia – Londra, Inghilterra. Fine Anni Quaranta.
Teffan Tiegelmann è ormai celebre in tutto il mondo e viene richiesta la sua professionalità ovunque. Ed ecco, quindi, che il londinese Lord Hubbard, dopo che misteriosi accadimenti accadono nella sua nobile dimora, decide di volare fino a Stoccolma per chiedere l’aiuto del famoso investigatore (di cui gli ha parlato il cugino Smith).
Sentito il caso dalle parole logorroiche di Lord Hubbard, Teffan Tiegelmann comprende che dietro agli avvenimenti non vi è altro che Vessla, il criminale più perfido che esista al mondo e con il quale Teffan ha incrociato la strada già due volte!
Senza esitazione Teffan parte con il tappeto volante per Londra assieme a Lord Hubbard e all’inseparabile amico Omar, che deve recarsi in Inghilterra per problemi di salute.
Tra bambini curiosi, domestiche impaurite, scarpe con la punta, camuffamenti incredibili e gatti dal lungo pelo bianco, Teffan riuscirà ad incastrare per la terza volta il suo acerrimo nemico?

lunedì 14 marzo 2022

'Storie e leggende di Scozia - Isle of Skye' diventa testo accademico per il corso 'Scozia che passione! - Alla scoperta di un paese unico al mondo' di Antonello Cattani

Qualche giorno fa ho aperto Facebook e ho scoperto con meraviglia che il mio saggio ‘Storie e leggende di Scozia – Isle of Skye’ (2015) diventerà materiale accademico per un corso universitario del professor Antonello Cattani.
Ovviamente questa informazione mi ha riempita di gioia e mi onora profondamente, anche perché il mio saggio si trova accanto ad altri testi italiani importantissimi legati al mondo scozzese, in primis l’ineguagliabile Il cardo e la croce di Paolo Gulisano.
A questo punto la mia curiosità non ha potuto essere imbrigliata ed ho deciso di scoprire tutto su questo corso e su come Storie e leggende di Scozia – Isle of Skye verrà utilizzato (ragazzi, non capita spesso di diventare testi accademici!).

Il corso si intitolerà Scozia che passione! – Alla scoperta di un paese unico al mondo e si terrà presso l’Università della Terza età di Modena dal 22 marzo al 17 maggio 2022, suddiviso in otto lezioni (le lezioni dedicate a leggende, tradizioni e folklore sono due).

venerdì 11 marzo 2022

#PeriodOldies - 'Il grande amore di Elizabeth Barrett' (The Barretts of Wimpole Street, 1957)

Per la mia piccola rubrica, creata per raccontare i film in costume della Vecchia Hollywood, oggi mi occupo de Il grande amore di Elizabeth Barrett (The Barretts of Wimpole Street, 1957) di Sidney Franklin, con Jennifer Jones, Bill Travers, John Gielgud.
Il film è tratto dall’omonima opera teatrale del 1930 scritta da Rudolf Besier e a sua volta si basa sulla vera storia d’amore tra la poetessa inglese Elizabeth Barrett e lo scrittore americano Robert Browing. Sidney Franklin aveva già girato un film tratto dalla medesima opera nel 1934 con Norma Shearer, Freidrich March e Charles Laughton (la sceneggiatura usata per il film del 1957 è la stessa di quella del 1934).

martedì 8 marzo 2022

#Libri 'Pericolo nella Valle dei Re' di Elizabeth Peters, nona avventura di Amelia Peabody tra le rovine dell'antico Egitto

Pericolo nella Valle dei Re
#09 della serie di Amelia Peabody

di Elizabeth Peters

Dati tecnici:
Titolo originale: Seeing a large Cat
Traduttrice: Maria Barbara Piccioli
Casa Editrice: Nord
Collana: Narrativa n. 339
Pagine: 445
Anno: del 1998 (in Italia nel 2004, l’edizione Nord è del 2008)
Genere: poliziesco period

Trama: 1903. Egitto.
Nuova stagione di scavi per la famiglia Emerson al gran completo (al gruppo si unisce, oltre al figlio Ramses ormai sedicenne, e la figlia adottiva Nefret, anche l’egiziano David, adottato da Walter ed Evelyn, fratello e cognata del Padre delle Imprecazioni).
La famiglia viene in qualche modo spinta a cercare una tomba inesistente, la 20-A, nella Valle dei Re. Dopo un’iniziale (e prevedibile) ostruzione da parte dello stesso Emerson, la squadra al gran completo si spinge fino al luogo misterioso, dove in effetti viene localizzata un’apertura tombale.
Quello che viene scoperto all’interno, tuttavia, non è atteso.
Infatti proprio all’entrata è nascosta una mummia. Ma non una mummia egizia, bensì un corpo mummificato di una donna inglese, la moglie rapita anni addietro del Capitano Bellingham…
Tra spiriti di antiche regine, medium avventurose, ragazze sdolcinate, gatti in cerca di attenzione, due fratelli che fratelli non sono e tentati omicidi, molti segreti vengono piano piano alla luce spingendo Ramses infine a…

mercoledì 2 marzo 2022

#Libri - Cover Reveal di 'Dietro il tuo sguardo' di Stefania Rongaudio

Solitamente non faccio Cover Reveal nel mio blog, perché mi occupo esclusivamente di libri che leggo (per lo più classici o vintage), ma le regole sono fatte per essere infrante :)

E non potevo non occuparmi della cover di una mia appassionata lettrice. Anzi, di una delle mie lettrici più antiche, con cui condivido, tra l'altro la passione per l'isola di Skye e per Jane Austen (che bello il meeting che abbiamo passato insieme a Riccione!).

Ma il mio blog rimane qualcosa di particolare, quindi procedo a modo mio a fare questa cover reveal (Stefy mi perdonerà!).
Infatti mi è stato dato un comunicato, ma posso io copiarlo e incollarlo?
Mi è impossibile!

In primo luogo leggo quello che mi è stato mandato, poi lo analizzo e cerco di rispondere alle domande che mi sono sorte guardando le informazioni datomi.
Partiamo dal romanzo. Si intitola Dietro il tuo sguardo, è autoconclusivo e lo ha scritto Stefania Rongaudio, che conosco da quasi quindici anni (così tanti? Gulp!).

lunedì 28 febbraio 2022

Intervista a Ilaria Vecchietti, vincitrice con 'Sogno o realtà?' nella sezione fan-fiction del concorso 'Le più belle frasi d'amore'

La scrittrice Ilaria Vecchietti è tra i vincitori della X edizione del concorso Le più belle frasi d’amore. E se per lei non è una novità (aveva già vinto nella sezione prosa con il racconto L’invito nel 2020), è di certo molto particolare che questa volta abbia raggiunto il primo posto nella categoria fan-fiction con il racconto Sogno o realtà? (entrambi i brani sono disponibili nell’ebook Le più belle frasi d’amore – Opere vincitrici).
Fino a questo momento avevano vinto in questa categoria lettori appassionati (in primo luogo la nostra carissima Maria di Bari, che si è cimentata, negli anni, in splendidi brani ispirati a vari personaggi – tra tutti si ricorda l’argutissimo M&L e le favole – Biancaneve, nel 2017), mai scrittori a tutti gli effetti.
Ovviamente questo ha ridestato in me un grandissimo interesse e un intimo piacere, perché è raro ritrovarsi faccia a faccia con un collega che dimostri non solo di amare le tue opere, ma anche che sia capace di entrare dentro i tuoi personaggi.  

Curatrice anche del bellissimo blog Buona Lettura, Ilaria è una ragazza solare e ricca di entusiasmo, che trasmette gioia e vivace curiosità nei confronti del mondo. Solitamente la sua penna si spinge fino al fantasy o comunque a narrazioni futuristiche, ed è stato molto stimolante vederla alle prese con realtà diverse. Anche se…
Ma non mangiamo le tappe di questa chiacchierata e procediamo con ordine. 

giovedì 24 febbraio 2022

#Skye Scoperto in Scozia il più grande Pterosauro del periodo Giurassico, tra rocce scure, spaventose maree, scelte coraggiose, donne all'avanguardia e un pizzico di Jane Austen

*Questo articolo è da considerarsi come un approfondimento del mio saggio ‘Storie e leggende di Scozia – Isle of Skye’ (2015)

L’isola di Skye nelle Ebridi Interne in Scozia è una zona ricca, ricchissima di fossili del periodo Giurassico Medio (175-161 milioni di anni fa circa). Solo negli ultimi vent’anni sono state trovate impronte di Megalosauro, impronte di Sauropodi, i resti di un dinosauro a cui è stato dato il nome di Dearcmhara shawcrossi (una sorta di via di mezzo tra un coccodrillo e un delfino) e i fossili della nuova specie Borealestes (un mammaliaforme simile ad un topo).
Non è un caso quindi che le ricerche in questa zona da parte degli studiosi siano sempre più frequenti.
E non è un caso che infine si arrivi a scoperte fenomenali, atte a riscrivere la storia di questo periodo.

Accade quindi che aprire National Geographic ed imbattersi nella notizia dell’ufficializzazione di una nuova straordinaria scoperta che viene dalla zona settentrionale di Skye (non è stato specificato oltre, probabilmente per non stimolare l’arrivo degli sciacalli - noi lo abbiamo riconosciuto ma non lo sveliamo) ha destato in chi scrive grandissimo interesse ma non sorpresa.

martedì 15 febbraio 2022

ANTEPRIMA ESCLUSIVA - Intervista a Cecilia Vallardi, traduttrice de 'L'erede misterioso' di Georgette Heyer (Astoria), in uscita il 17 febbraio 2022

*Questo articolo è da considerarsi un omaggio al gruppo Facebook Sanditon – Italia (Sanditalians), che mi ha ispirata con i suoi post e i suoi commenti.


Il 17 febbraio esce, edito da Astoria, il libro L'erede misterioso (The unknown Ajax), uno dei regency di Georgette Heyer più amati in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Pubblicato nel 1959 ed ambientato nel 1817, infatti, il libro è considerato uno dei capolavori della scrittrice di Wimbledon, in cui la trama sentimentale si miscela con approfondimenti dei tessuti familiari, ispezioni del mondo downstair e picchi di humor incredibili, portando il protagonista Hugo Darracott ad essere un vero e proprio eroe romantico.
Ho scritto volutamente Gran Bretagna e Stati Uniti, perché in Italia il romanzo ha avuto meno fortuna. Non fu, infatti, mai tradotto dalla storica traduttrice Anna Luisa Zazo, che aveva trasportato in italiano quasi tutti i romanzi editi da Mondadori tra gli Anni Settanta e gli Anni Ottanta.
The unknown Ajax arrivò da noi solo molto più tardi (nel 2007) con il titolo Il cugino misterioso (aka Uno scomodo erede), con una traduzione zoppicante, che aveva spento tutta la verve del testo e reso spesso difficile la lettura.
Ma in effetti si tratta di un libro molto difficile da tradurre, perché Hugh Darracott per vari tratti della storia usa un linguaggio molto particolare (e marcato volontariamente) per dare quasi la sensazione di essere uno zotico "borghesuccio" (sebbene sia un militare).

martedì 8 febbraio 2022

#Libri 'Tiegelmann nel deserto' (1949), secondo spassoso capitolo dell'esilarante investigatore svedese creato da Åke Holmberg

Tiegelmann nel deserto 
di Åke Holmberg

Dati tecnici:
Titolo originale: Ture Sventon i öknen
Traduttore: Irma Back Affieri
Casa Editrice: Fratelli Fabbri Editore
Collana: Nuovi Successi Mondiali n. 13 (nella raccolta Lo strabiliante Signor Teffan)
Pagine: 74
Anno: 1949 (in Italia dal 1955)
Genere: libro giallo per ragazzi

Trama: Stoccolma, Svezia – Djof, Arabia. Seconda metà degli Anni Quaranta.
Dopo l’arresto di Vessla, Teffan Tiegelmann è diventato famosissimo, non solo nella natia Svezia, ma ovunque in Europa (e forse nel mondo).
Stanco e desideroso di ritagliarsi un attimo tutto per sé per le vacanze di Natale, accetta l’invito dell’amico Omar di recarsi a Djof, in Arabia.
Ma il lavoro è sempre dietro l’angolo, e proprio mentre sta per accingersi a partire, Tiegelmann viene contattato dall’ingegner Hjalmar Hjortron, che ha inventato un nuovo, futuristico frigorifero, il Polo Nord, che rischia di essere rubato, cosa che in effetti accade proprio poche ore dopo.
Tra cammelli rubati, scarpe a punta, travestimenti e due bambini in fuga, il celebre investigatore andrò comunque nel deserto e troverà i ladri, che ancora una volta sono guidati dal temibile Vessla…

martedì 1 febbraio 2022

#Libri 'Una questione di classe', novella regency di Mary Balogh originale ma...

Una questione di classe
di Mary Balogh

Dati tecnici:
Titolo originale: A matter of class 
Traduzione: Piera Marin
Casa Editrice: Mondadori
Collana: I romanzi Oro Super n. 2
Pagine: 115
Anno: 2010 (in Italia dal 2011)
Genere: novella regency

Trama: Inghilterra, 1814.
Annabelle Ashton è rovinata. La sua fuga d’amore con l’affascinante cocchiere del padre è stata fermata prima di raggiungere la Scozia. L’amato è fuggito impaurito per le ire del conte suo padre ed ora la società la rifiuta.
Ma anche il padre di Annabelle, il conte di Havercroft, è rovinato. Il futuro duca di Illingsworth, ricco come Creso, si è tirato prontamente indietro e non chiederà più la mano della giovane Annabelle. E in questo modo i debiti che stanno per schiacciare la famiglia non potranno mai essere saldati.
Una via d’uscita inaspettata si propone quando i Mason, ricchissimi ma i cui soldi provengono da ingenti miniere di carbone e senza una goccia di nobiltà nelle vene, propongono al conte un matrimonio di convenienza tra Annabelle e il loro unico figlio, Reginald, educato nelle migliori scuole con l’unico scopo di riuscire un giorno a contrarre un matrimonio di convenienza con il ‘bel mondo’.
Potrà il conte superare il disprezzo per i vicini e abbassarsi ad accettare questa proposta per non rimanere schiacciato dai debiti? Potrà Annabelle dimenticare il suo amore e accettare di sposare un plebeo, per quanto affascinante? Potrà Reginald, costretto al matrimonio dal padre, dimenticare i divertimenti di Londra e mettere la testa al posto? E potrà tutto questo accadere in poco tempo, per evitare che ulteriori dicerie distruggano per sempre la reputazione di Annabelle? 

giovedì 27 gennaio 2022

#Libri 'La Lega della Primula Rossa', sesto avvincente capitolo della saga ideata dalla Baronessa Orczy tra l'assassinio di Marat, l'assedio di Lione e gli ordini di Robespierre

La Lega della Primula Rossa
(La Primula Rossa #06)

della Baronessa Emma Orczy

Dati tecnici:
Titolo originale: The League of the Scarlet Pimpernel 
Traduzione: non segnalato
Casa Editrice: Salani
Collana: I romanzi della Rosa n. 139
Pagine: 320
Anno: 1919 (in Italia dal 1923, la mia edizione è del 1959
Genere: antesignano della letteratura di spionaggio; raccolta di racconti

Trama: Parigi, Francia. 1793
Il Terrore è in pieno svolgimento. La vita a Parigi è densa di angoscia e paura, di sospetto e tensione. Dietro a qualsiasi finestra può nascondersi un nemico. O un delatore. Le ville dei nobili sono saccheggiate, i denari rubati, le opere d’arte dilaniate.
Gli stessi patrioti temono di commettere anche un solo errore e venir così condannati e dimenticati. Gli aristocratici si nascondono, fuggono, vengono catturati, arrestati, uccisi.
La povertà è ovunque.
Le taverne offrono solo vino scadente e il cibo scarseggia, mentre ogni giorno la ghigliottina reclama i suoi sacrifici.
Su questo sfondo storico agghiacciante, si muovono dodici uomini coraggiosi conosciuti come la Lega della Primula Rossa, comandati da Sir Percy, che tenta di salvare il più alto numero possibile di innocenti.
Tra la morte di Marat e gli ordini di Robespierre, le intuizioni di Chauvelin e gli stratagemmi di Primula Rossa, processi e mascheramenti, piccole e grandi storie si susseguono ad un ritmo sempre più incalzante…

mercoledì 12 gennaio 2022

Period Oldies 38 - L'uomo che visse nel futuro (The time machine, 1960)

PERIOD OLDIES 38 – L’UOMO CHE VISSE NEL FUTURO (1960)*

L’uomo che visse nel futuro (The time machine, 1960) è il primo film per il grande schermo ispirato a La macchina del tempo (1895) di H. G. Wells (in precedenza era stato realizzato solo un film tv dalla BBC nel 1949).  La regia del film è di George Pal, noto per il suo pionieristico lavoro nel campo dell’animazione stop-motion, avendo ricevuto già sette nomination agli Oscar durante gli anni quaranta (ed un Oscar onorario per le sue tecniche all’avanguardia). Non trovando finanziatori ad Hollywood che credessero al progetto dell’adattamento cinematografico del romanzo di Wells, egli si rivolse alla divisione britannica della MGM (per cui aveva già diretto Le meravigliose avventure di Pollicino, 1958) che accettò la proposta, ma gli concesse un badget molto basso (inferiore a 1 milione di dollari).

martedì 11 gennaio 2022

#L'ibri 'L'usignolo d'argento', splendido regency di Sylvia Thorpe a metà strada tra Georgette Heyer e Aghata Christie

L’usignolo d’argento
di Sylvia Thorpe

Dati tecnici:
Titolo originale: The silver nightingale
Traduzione: non segnalato
Casa Editrice: Industri Grafiche Cino del Duca
Collana: Collezione Intimità n. 157
Pagine: 135
Anno: 1974 (in Italia dal 1976)
Genere: period romance con screziature di giallo

Trama: Epoca regency, Inghilterra.
Lord Justin Chayle deve prendere moglie. Il titolo e l’età gli impongono di non continuare a temporeggiare. Tra le numerosissime pretendenti tra cui potrebbe scegliere, il lord fa la sua proposta a Sarah Lorymer, di certo né la più bella né la più ricca. Alla sua prima stagione a Londra, Sarah sembrava, infatti, destinata a passare inosservata, sperando di ottenere un matrimonio accettabile per permettere alle sorelle (molto più belle) di entrare in società gli anni successivi.
Segretamente innamorata di Chayle, Sarah, sorretta ovviamente dalla famiglia, accetta la proposta ed inizia a vestire i panni della futura moglie ubbidiente e discreta, nascondendo i suoi reali sentimenti.
Tutto crolla quando ad una festa Sarah incontra l’ex amante del futuro marito, che tenterà di metterla a disagio e a cui Sarah risponderà con orgoglio e carattere. Troppo carattere, tanto da cadere nelle ire di Chayle.
Furiosa e disincantata, Sarah fugge quindi da Londra per chiedere aiuto alla nonna per cancellare la promessa di matrimonio.
Ma il destino non è mai come uno se lo aspetta ed una tempesta di neve sconvolge i piani della giovane eroina.
Obbligata a fermarsi senza soldi e solo con una giovanissima cameriera al seguito in una minuscola locanda, Sarah viene raggiunta dal futuro marito poco prima che tutte le strade vengano bloccate per giorni.
Tra attrici maliziose, ragazzi gioiosi e uomini misteriosi, Sarah e Chayle iniziano a parlare e conoscersi, fino a quando un omicidio non sconvolge il piccolo gruppo di sconosciuti e…